Stelle Senza Cielo

A volte provo ancora a crederci…

Musica

Poi è una sera un po’ così
E il sorriso fatica a spuntare
Sommerso da quintali di dolore
Da rimmel sfatto e palpebre assonnate
Da lividi poco sopra il cuore
Poco sotto la gola
Da ricordi rovesciati
E poi arriva un gesto
un’unica lunghissima carezza durata tutto il giorno
che si conclude con un regalo meraviglioso.
E la musica, alla fine
è lei quella che risolve tutto.
Strappa via le lacrime, spinge fuori i sorrisi.
(Grazie  Andrea)

http://www.peopleinacity.com/#!metronight/c22zr


Emozione!

Screenshot 2014-02-12 11.01.27

 

Requiem per una sposa, su Wattpad, ha raggiunto più di 6000 lettori. Che emozione :) Volete decidere voi come far continuare la storia? Potrete leggerla su The Incipit e votare l’opzione che preferite :)


Tu chiamale se vuoi … Emozioni

 

IMG-20140119-WA000

Non vale per tutti, quello che dicono, che a certe cose fai l’abitudine prima o poi. Non vale per me e devo esser sincera: ringrazio il cielo che sia così. È bello non annoiarsi, non esser mai sazi, non smettere di stupirsi, avere sempre qualcosa per cui emozionarsi e gioire delle piccolegrandi (sì, l’ho scritto tutto attaccato, l’ho fatto appositamente, perché sono piccoli gesti per alcuni ma molto grandi per me) cose che accadono ogni giorno.

Ho l’animo dell’esploratrice, sarà questo il motivo per cui ogni nuova sfida, scoperta e rivelazione è sempre preziosa per me?

A distanza di quasi un anno dall’uscita di Reality Twist, alla quarta presentazione del libro, mi agito come il primo giorno. E no, non è niente di negativo, anche se forse molti non possono capire questo mio stato d’animo.

Mi agito perché ci tengo: so che delle persone, amici, conoscenti e sconosciuti, saranno lì per me, per affetto o interesse in quello che scrivo o che ho da dire. A queste persone, che credono in me, sulla fiducia, io voglio dare il massimo. Ogni volta riguardo i video precedenti, mi dico che avrei potuto dire di più, fare di più; il punto è che improvviso, apro il mio cuore, parlo della mia passione e fare così non comporta perfezione. Non mi preparo un copione, addirittura ogni volta le mie risposte cambiano (non il concetto, certo); ma sapete cosa? Mi si apre il cuore quando riesco a strappare una risata alle persone presenti, ad entrare in contatto con loro. Mi agito perché credo in quel che faccio e non so quanto sia in grado di trasmettere il mio entusiasmo e la mia gratitudine a chi è con me.

E così, anche la presentazione di Bologna è andata.

Bologna Reality Twist

La più bella, nonché ultima del “tour” legato a Reality Twist: presto inizierò col nuovo libro, è giunto il momento di veleggiare verso nuovi lidi e ricominciare l’avventura da capo, anche se questa, la prima, non si concluderà mai ed è in grado di regalarmi ancora molto.

Come gli amici che hanno speso tempo e soldi per starmi accanto, affrontando chilometri e vicissitudini; come coloro che mi hanno aiutata ad organizzare l’evento; quelli che mi hanno ospitata (Un grazie di cuore al Caffè Notturno Sud, perché Riccardo, il proprietario, merita un premio come miglior ospite mai avuto); le persone che mi dicono “Ah, ma tu sei Laura, la scrittrice” (evviva, non sono più Laura – che so – la commercialista); le persone che mi scrivono e telefonano per dirmi che hanno amato il mio libro, o che sono interessati a leggerlo; gli amici che se non possono esser presenti fisicamente fanno in modo di farmi sapere quanto mi siano vicini.

995278_10203173573806102_1412417924_n

 

La vita è un continuo altalenarsi di cose belle e brutte, questo 2013 è stato per tanti versi complicato, ma io mi sento fortunata. In mezzo a tutte le avversità, ho avuto dei doni preziosi: un gruppo di persone che ha creduto in me, ovvero la famiglia di Arpeggio Libero; un gruppo di amici nuovi che mi fanno sentire amata; le conferme che quelli che ho considerato da sempre veri amici lo siano veramente; la consapevolezza che non sono perfetta, ma posso andare bene anche così.

Questo post è dedicato a tutti coloro che hanno un posto nel mio cuore ed alle quali forse non so dirlo come si deve.

 


Eventi & novità

Dunque, dunque. Vittima dei mille impegni e del “sacro fuoco della scrittura”, non sono riuscita a mettere in ordine molte cose che avrei voluto sistemare fino ad oggi (ho soltanto iniziato, ci sono ancora tante situazioni da mettere in ordine, ma confido di riuscire, con la calma a fare tutto)

Ho aggiornato il mio profilo Goodreads (devo finire di aggiungere i miei racconti e le mie librerie), ho finito di scrivere un giallo (in uscita prossimamente, vi terrò aggiornati) e sto continuando con i vari racconti che potete trovare sia su TheIncipit che su Wattpad e Meetale, ma soprattutto…È in programma una nuova data per le presentazioni di Reality Twist (forse l’ultima, dato che a breve uscirà il nuovo libro)volantino lau

 

Sabato 18 gennaio vi aspetto a Bologna ;)


Un anno di Incipit

Era il 6 novembre 2012 e, dopo aver scoperto TheIncipit tramite twitter, mi apprestavo a scrivere la mia prima storia, Schegge. Prima di iniziare, l’unica cosa di cui mi sono sincerata era che avessi la costanza di scrivere dieci episodi, poi mi sono buttata, senza aver idea di cosa sarebbe successo, di cosa avrei vissuto. Mi sono detta ” É un gioco divertente, mi piace scrivere, proviamo.”
Ai miei amici, chiesi di aiutarmi a realizzare un sogno: riuscire a far conoscere quel che scrivevo, giocare con i miei lettori, interagire.
A quei tempi, non sapevo ancora che presto avrei ricevuto la proposta di pubblicazione del mio libro; ero convinta di non potermi definire scrittrice perché poco produttiva. Gli unici a leggere le mie storie erano i miei familiari e i miei amici. Non credevo molto nelle mie capacità. L’avventura iniziò alla grande: un sacco di follower, gente che non conoscevo, complimenti, incoraggiamenti (alcuni ipocriti, di cacciatori di voti, altri no e infatti ho un gruppetto di “aficionados” che mi segue in ogni racconto), le critiche che mi hanno aiutata a migliorare e crescere, le amicizie che hanno forato il monitor diventando reali (vero, Serena BlasiMichel FranzosoGiulia MenegattiDavid LipsticksLorenzo D’Amato ,Margherita Restelli  ? ); gli amici che hanno deciso di seguire il mio esempio, coinvolti dal mio entusiasmo, entrando a loro volta in questa grande avventura Diego Zucca , Paola TigrinoDavide Minotti , Marta Faladeira Tempra, Jay Baren, e tanti altri); gli scontri, gli incontri, i confronti, il raduno, le prese in giro e, perché no, anche gli scazzi. Era il 6 novembre 2012 e io scrivevo i miei primi fatidici 4000 caratteri su The Incipit. Adesso sono diventati 24000 (a breve 28000), con sette storie all’attivo e altre in arrivo.
Che dire? Grazie allo staff che ha avuto questa grande idea e mi ha dato modo di fare quest’esperienza unica 

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com